NEWS

LA DOMUSBET CATANIA CONQUISTA LA SEMIFINALE DI COPPA ITALIA DOPO UN’AUTENTICA BATTAGLIA CONTRO TERRACINA. DOMANI SUPER SFIDA CONTRO I FAVORITI E DOMINATORI DEL 2016 DI VIAREGGIO.

La sirena liberatoria, quella della fine della battaglia, con la gloria che premia la Domusbet Catania Bs. Vincono i rossazzurri battono con tanta fatica un mai domo Terracina per 8-7. Una successo dicevamo meritato alla fine ma tenuto a galla dai padroni di casa fino all’ultimo secondo grazie anche agli errori degli etnei.

Primo tempo intenso con Catania che però sfiora il gol più volte e dimostra una supremazia notevole. Bruno Xavier, Palmacci e Corosiniti mettono i brividi ad Eliott, prima del piazzato di Stankovic perfetto col sinistro a regalare il vantaggio. Lorenc ci prova a pochi secondi dalla fine procurandosi un piazzato regalato concesso dalla terna arbitrale ma spara fuori sulla sirena. Nella ripresa il tifone Ott si abbatteva sull’Arena Guarnieri: cinque minuti fantastici della Domsubet Catania Bs con lo svizzero che duettava con Stankovic e palla al piede seminava avversari e con un tocco felpato batteva Eliott per il 2-0. Terracina però trovava la rete lampo, ci credeva e sfruttando un errore di Catania metteva dentro con Del Duca. Gara aperta ma il botta e risposta regalava un’altra perla dello svizzero Ott per il 3-1. Con cinque ancora da giocare, una Domusbet Catania troppo sorniona concedeva spazi su sbagli gratuiti e Borelli prima e Frainetti dopo riportavano la gara sul 3-3

Nel terzo e decisivo tempo la strigliata di Panizza scuoteva i suoi: la Domusbet Catania metteva su nuovamente cinque minuti di grande beach soccer, palleggio e giocate di primo livello con un parziale di più tre concretizzato dalla rete di Stankovic sotto misura, e con Palmacci che saliva in cielo su assist di Ott. Dmais per Terracina sorprendeva Spada sul primo palo, prima del nuovo più due Catania con Bruno Xavier in gol e Corosiniti tarantolato. Sul 7-4 gara finita? No, perché i rossazzurri permettevano nuovamente a Terracina di tornare sotto. A tre dalla fine ancora i padroni di casa sfruttavano un errore di Spada per il 7-5 e Demais in rovesciata sorprendeva ancora Spada per il 7-6. Gara al cardiopalma fino alla fine: ma oggi la Domusbet Catania aveva il suo foleltto dorato di nome Noel e cognome Ott che saliva in cielo e in sforbiciata sul secondo palo tramortiva l’Arena Guarnieri per il più due decisivo. A pochi secondi dalla fine Terracina tornava sotto ma non c’èra più tempo con Catania che poteva alzare braccia al cielo per la conquista della semifinale.

Domani ancora spettacolo e dura legge della sabbia, per uno scontro pazzesco contro i campioni d’Europa del 2016 di Viareggio, squadra favorita, forte e un’armata praticamente imbattibile che ha conquistato il triplete nella scorsa stagione sempre più solida e vogliosa di conquistare tutto anche quest’anno. Una semifinale però che regalerà emozioni, gol e speriamo qualcosa di grande per una Domusbet Catania forte ma non ancora squadra solida e rodata come può essere la formazione bianconera. Attendiamo.