NEWS

Euro Winners Cup: Eudin e Andrade blindano la vittoria e primo posto. Domani i sedicesimi

Cominciamo dal fachiro Andrade che ipnotizza il cobra Gori a venti secondi dalla fine e consegna la vittoria alla Domsubet Catania. Proseguiamo con la tripletta di Eudin che marchia a fuoco la gara. Fatica e vittoria, ma primo obiettivo e prima gara verità per la Domusbet Catania. Artur Music l’avversario, tosto e con giocatori importanti come il portiere Sydorenko e i due viareggini Gori e Marinai. Primo posto da conquistare nel Girone E per evitare l’élite le prime classificate degli altri gironi. Prima prova di forza insomma e gestione del roster con cambi ogni tre minuti per tenere sempre alto il livello. Domusbet Catania che partiva bene, in palla, con una sventola di Lucao sotto l’incrocio. Ritmi alti, intensità e Andrade attento con Zurlo elettrico li davanti. Magia di Fred e piazzato teso, sulla respinta arrivava Eudin per il raddoppio etneo. Dominio Domusbet Catania con forza, gioco e personalità e primo tempo chiuso con terzo gol sfiorato da Lucao, Sciacca e Palazzolo.

Nella ripresa stesso roster iniziale cambi mirati ogni due e tre minuti. Artur Music più presente e Gori in rovesciata accorciava le distanze. La Domusbet Catania riordina a le idee e Lucao sfiorava su punizione la rete. Stesso discorso per Chiavaro e palla ingrata che si bloccava sulla sabbia prima di entrare. Segnali che portavano alla doppietta personale di Eudin piattone sul primo palo. Rossazzurri sul pezzo e super gol di Palmacci tiro al volo e 4-1.

Nell’ultimo succedeva di tutto soprattutto gli ultimi sei minuti: legnata di Fred a far tremare il palo e reattivo Paterniti su Gori. Artur Music in rete al minuto tre a riaprire un po’ i giochi. Lucao sfiorava la quinta rete, mentre Paterniti ed Eudin salvavano su Marinai e Gori. A cinque dalla fine Domusbet Catania sotto ritmo e svagata e Artur Music pericolosamente sotto con il piazzato di Marinai, 4-3 e col pareggio di Sherytsia.

A tre dalla fine tutto da rifare, ma ci pensava il cuore rossazzurro, DNA Catania, Pietro Palazzolo a correggere in gol il tiro di Andrade rientrato tra i pali. Gara infinita perché Marinai veniva graziato dal doppio rimbalzo e pareggio. Finita? Assolutamente no, perché Lucao inventava ed Eudin realizzava sotto porta il 6-5. Il finale è già raccontato e scritto da Andrade.

Una vittoria importante, presa per i capelli ma che consegna il termometro già noto di estrema difficoltà di questa competizione. 9 punti con tre gare vinte in girone, un messaggio però di forza della Domusbet Catania. Adesso si entra nel vivo, domani gara da dentro o fuori per continuare il sogno Euro Winners Cup, il sogno Champions.

Leave a Reply